Archivio della categoria: Apple

iphone5

Apple: ecco iPhone 5 e iPod nano 7

San Francisco – La rivoluzione di Apple e’ arrivata: dal 21 in vendita negli Usa (dal 28 in Italia) l’attesissimo iPhone 5 e il nuovo iPod nano di settima generazione. Il nuovo cellulare di Apple, l’attesissimo iPhone5 e’ stato svelato allo Yerba Buena Center for the Arts di San Francisco, da Tim Cook, ad di Apple e dal capo progetto Tim Stevens. Dallo schermo completamente buio e’ apparso dal nulla il nuovo melafonino, il primo dopo la scomparsa di Steve Jobs. Meno spesso, solo 7,6 mm, il 18% in meno rispetto al precedente.
Pesa 112 grammi, il 20% in meno. Ha un retina display da 326 ppi con uno schermo di 4 pollici. E’ piu allungato e ha una risoluzione 1.136 per 640. L’Iphone5 sara’ in vendita negli Usa ed altri 8 Paesi dal 21 settembre. In Italia dal 28 settembre. Sono previste versioni in bianco e nero e di diversa potenza: il modello da 16 Gb costera’ 199 dollari; quello da 32GB 299 dollari e il piu’ potente da 64GB a 399 dollari.

Si tratta degli stessi costi cui venne lanciato lo scorso anno l’iPhone4s. Il nuovo ‘device’ non avra’ Google Map e You Tube, a causa del divorzio di Apple da Google, costera’ circa 600 dollari e, secondo le stime del capo economista di JPMorgan, Michael Feroli, vendera’ almeno 8 milioni di pezzi, spingendo al rialzo il Pil Usa tra lo 0,25% e lo 0,50%.

L’iPhone5 avra’ l’atteso sistema di trasmissione di ultima generazione Lte o 4G che rispetto all’attuale, che funziona ad una velocita’ di trasmissione dati massima di 42 mbps, raggiungera’ i 100 mbps e con un sistema a doppio canale attivo in qualche Paese si potranno toccare i 150 mbps. Per maneggiare tutta la potenza del nuovo iPhone e’ stato introdotto per la prima volta il super-chip A6, con una velocita’ di calcolo e grafica doppia rispetto al modello precedente.
Il 22% piu’ piccolo l’iPhone5 consuma anche molto meno ed e’ piu’ efficiente: in conversazione la batteria durera’ 8 ore, la navigazione WiFi e la visione dei video 10 ore; se si ascolta musica 40 ore ed in standby 225 ore.
L’iPhone 5 include iOS 6, il sistema operativo mobile piu’ moderno con oltre 200 novita’ tra cui l’integrazione di Facebook; organizzazione con Passbook; e tante nuove funzioni e lingue per Siri. Il sistema di comando vocale “iPhone 5 e’ il dispositivo consumer piu’ bello che abbiamo mai creato”, ha dichiarato Philip Schiller, Senior Vice President di Worldwide Marketing di Apple. “Abbiamo racchiuso tecnologie evolute e incredibilmente innovative in un gioiello sottile e leggero, con un favoloso display Retina da 4 pollici, uno straordinario chip A6, wireless ultraveloce e una batteria che dura ancora di piu’; i clienti lo adoreranno”, ha concluso.

Progettato con un livello di precisione senza precedenti, iPhone 5 unisce un ‘case’ (struttura) in alluminio anodizzato con bordi smussati e diamantati e intarsi in vetro per una finitura eccellente e un’incredibile sensazione al tatto.
Il nuovo display Retina da 4 pollici dell’iPhone 5 offre ancora piu’ pixel rispetto all’iPhone 4S. Poiche’ e’ stata aumentata l’altezza del display anziche’ la larghezza, iPhone 5 e’ comodo da usare anche con una mano sola, cosi’ toccare, digitare e scorrere sono gesti facili e intuitivi come sempre; ora pero’ si possono ammirare ancora piu’ contenuti, come splendide app ottimizzate per il display Retina piu’ grande, video HD widescreen, cinque giorni completi in Calendario e lunghe pagine web.
La fotocamera iSight da 8 megapixel ma e’ stata ulteriormente potenziata: piu’ piccola del 25% rispetto a quella dell’iPhone 4S ha una protezione per lente in cristallo di zaffiro, piu’ sottile e resistente del vetro standard, e capace di offrire immagini ultra nitide. La nuova funzione panorama consente di catturare immagini panoramiche mozzafiato fino a 28 megapixel: basta spostare la fotocamera con un unico movimento lineare.

 

Le nuove funzioni video includono una stabilizzazione migliorata, rilevamento volti nei video (fino a 10) e la possibilita’ di scattare foto mentre si registra. La nuova fotocamera anteriore FaceTime HD rende le videochiamate FaceTime incredibilmente chiare, e consente anche di fare autoscatti e registrare video HD a 720p. Con iPhone 5 si possono anche condividere le foto con parenti e amici grazie agli Streaming foto condivisi di iCloud.
Sul fronte audio iPhone5 ha un nuovo microfono direzionale ‘beam-forming’, mentre il rumore di fondo viene dissolto grazie alla nuova tecnologia di riduzione del rumore. iPhone 5 supporta ora l’audio wideband per conversazioni ancora piu’ nitide, supportato da oltre 20 operatori nel mondo al momento del lancio.

Dopo 350 milioni di pezzi venduti e 6 generazioni si rinnova anche l’iPod; oltre all’iPhone5 allo Yerba Buena Center for the Arts di San Francisco e’ stata presentata la settima generazione dell’iPod nano spessa solo 5,4 mm, il 38% in meno, e di aspetto rettangolare. Ha un display da 2,5 pollici multitouch, ci si potra’ ascoltare musica (da playlist caricata o da radio fm) per 30 ore e vedere foto e filmati. Avra’ una connessione Bluetooth.
Apple ha presentato anche la quinta generazione dell’iPod touch, di fatto un iPhone che fa tutto (foto, video, ascoltare musica e giochi) tranne telefonare. Il nuovo iPod Nano, in vendita da ottobre, costera’ 149 dollari nella versione – unica – da 16GB. L’iPod Touch, sempre in vendita da ottobre, costera’ 299 dollari nella versione da 32Gb e 399 in quella da 64GB. Per il piccolo di famiglia, l’ iPdo shuffle da 2GB, serviranno 49 dollari.

fonte: agi.it

new-ipad-hd

nuovo iPad o Kindle Fire

Ascoltare musica, guardare video, navigare sul web e leggere ebook e quotidiani.

Non solo. Consultazione email, uso dei social network, videogiochi e molto altro ancora. Quali sono le differenze tra Kindle Fire e nuovo iPad i due tablet del momento? Perché propendere per l’acquisto dell’uno o dell’altro? Tante le funzioni comuni, su altre invece delle specializzazioni. Poi differenze nei prezzi, dimensioni, design e specifiche tecniche. Ma facciamo chiarezza, iniziamo il nostro confronto.

Quali sono i punti di forza del nuovo iPad?

Al primo colpo d’occhio si notano le maggiori dimensioni dello schermo (9.7” contro i 7” di Kindle) con una qualità elevata, i colori sono brillanti grazie a una risoluzione di 2048×1536 pixel. Fa meglio anche sul fronte dell’autonomia: la durata della batteria è di circa 10 ore mentre Kindle non supera le 8 ore. Ma c’è di più. Sul nuovo iPad, oltre al Wi-Fi, è presente l’opzione 4G. Nella gestione delle attività multitasking dimostra elevata scorrevolezza nonché velocità d’esecuzione. A fare la differenza è, in termini quantitativi, lo Store di casa Apple, soprattutto nei capi della produttività, educazione, business, musica e video.

Veniamo alle caratteristiche hardware.

Sul nuovo iPad è implementata sia una camera anteriore che posteriore. Maggiore disponibilità RAM, microfono e connettività a TV, camera e altro ancora. Si distingue inoltre per uno spessore contenuto, supporto bluetooth verso periferiche wireless, distribuzione a livello internazionale. Complessivamente i materiali denotano una qualità superiore, nel nuovo iPad troviamo componenti in metallo a dispetto della plastica dura di Kindle. Design trendy.

Perché scegliere Kindle Fire?

Costi nettamente inferiori, il risparmio arriva fino a 4 volte rispetto a certi modelli del nuovo iPad. Progettato per una lettura ergonomica, specialmente nel caso di testi estesi, grazie a peso contenuto e facilità di presa. Amazon fornisce gratuitamente applicazioni a pagamento ogni giorno, maggior parte di questo sono videogiochi. La piattaforma Android dispone di un sistema di gestione dei contenuti più semplice sia nel recupero di materiali sia nella loro organizzazione. Si può ottenere l’accesso all’appstore di Google, oltre a godere del supporto di Adobe Flash. E il sistema operativo è completamente personalizzabile sfruttando ROM davvero interessanti come la CM9 per Android 4.0 o la CM7 per il precedente Android 2.3.

Compatto e portatile è uno strumento a portata di tasca, senza rischio surriscaldamento che abbiamo nel nuovo iPad. Via wireless si possono inviare documento personali ed ebook non Amazon gratuitamente. In generale il caricamento e la gestione dei file è assai più immediato di quanto non accada nelle piattaforme iOS, dove tutto è nascosto.

Chi vince questo confronto?

In realtà abbiamo due strumenti diversi che si sono perfezionati verso due target distinti. Nel caso di iPad si tratta di una macchina costosa, orientata al mondo del gaming, ma anche video, immagini e navigazione web. Più duttile ed economico, Kindle Fire è pensato per la lettura e gestione personalizzata di contenuti, oltre che delle versioni dell’OS stesso. Nel lungo periodo lo Store Amazon produce un sensibile risparmio economico. Inoltre puoi scaricare delle applicazioni anche da altre fonti, incluso Google.

Adesso spetta a te pronunciare l’ardua sentenza.

via Confronto: nuovo iPad vs Kindle Fire.

new-ipad-hd

La disponibilità del Nuovo iPad…

Mancano solo pochi giorni all’arrivo del nuovo iPad anche in Italia, e alcuni segnali sembrano essere confortevoli per il Day One nel nostro paese.La disponibilità del nuovo iPad migliora sullo Store Online di Apple, con le stime di spedizione che passano da 2-3 settimane a 1-2 settimane. Questo cambiamento è avvenuto proprio ieri nello store americano di Apple. Inoltre diversi report indicano che le scorte del nuovo iPad sono abbondante in molte località.

Questo sembra essere una naturale conseguenza di un lavoro migliore fatto da Apple prima della presentazione e poi lancio del Nuovo iPad. Apple questa volta ha prodotto iPad sufficienti per far fronte alla forte domanda, la società, solo ieri, ha annunciato vendite record. Se siete alla ricerca di un iPad, cercatelo in un rivenditore locale, l’acquisto potrebbe essere più veloce che ordinarlo online quando sarà disponibile tra qualche giorno.

new-ipad-hd

Il nuovo iPad

Come già visto con la presentazione del primo iPad e con quella dell’iPhone 4S, anche con il “nuovo iPad” ci troviamo davanti ad opinioni contrastanti. Da una parte la delusione da parte della critica, dall’altra la grande risposta del pubblico. Se infatti la stampa ha lamentato l’assenza di elementi realmente innovativi e della conferma dei numerosi rumors che hanno accompagnato la lunga attesa del nuovo iPad, Apple conferma il sold-out di tutti i preordini, e tramite un portavoce definisce “senza precedenti” la risposta dei clienti.

Siamo davanti all’ennesimo record della società di Cupertino? Già lo scorso anno l’iPad 2 aveva fatto registrare un’incredibile richiesta a pochi giorni dalla presentazione ufficiale, facendo slittare di oltre due settimane i tempi di attesa. Per il nuovo iPad le stime sulla data di spedizione si sono allungate ad oltre 3 settimane e inoltre la Apple ha comunicato di aver venduto tre milioni di Ipad 3 nel primo weekend dopo il lancio, un successo maggiore a quello ottenuto dall’Ipad 2. Se il buon giorno si vede dal mattino allora le previsione delle vendite non possono che essere rosee: c’è chi parla di oltre 60 milioni di unità entro il 2012 e di 90 milioni di unità entro il 2013.

L’annuncio del nuovo iPad è stata una sorpresa per molti dato che dei tanti rumors circolanti in rete pochi sono stati quelli confermati. Partiamo dal nome: non è nè iPad 3, nè iPad HD, nè tantomeno iPad 2S, ma, proprio come ha dichiarato il marketing manager di Cupertino, Paul Schiller, Apple sceglie un nome fuori dagli schemi, “il nuovo iPad”, proprio per evitare una più che scontata “iteratività”.

La scelta è stata forse opinabile, ma in fondo Apple ci ha sempre abituato a stupirci con effetti speciali. Tuttavia anche in questo caso la scelta è stata quella di potenziare l’hardware (e quindi l’interno) piuttosto che proporre un rinnovamento estetico. D’altronde perché cambiare qualcosa che convince?

L’iPad di terza generazione presenta quindi le stesse linee estetiche dell’ iPad 2 mantenendo inalterate le dimensioni ed il peso, con uno chassis elegante, disponibile nelle due classiche colorazioni bianco o nero, che racchiude all’interno un nuovo processore capace di supportare l’incredibile display con risoluzione di 2048 x 1536 pixel, che gli valgono l’appellativo di “display Retina“, e una fotocamera rinnovata e migliorata che eredita parte delle innovazioni tecnologiche dell’ iPhone 4S.

via Tecnologici.net

sfondo-logo-apple-black

iPad 3 – Hd , Apple Tv, iOS 5.1, Siri in italiano

Le novità Apple presentate oggi a San Francisco

Oggi il grande giorno: alle 19 ora italiana si svolgerà la presentazione del nuovo iPad presso lo Yerba Buena Center for the Arts di San Francisco, California.

Il nome ufficiale del nuovo iPad, a sorpresa, potrebbe non essere iPad 3 ma iPad HD, in onore del suo Retina Display.Ma questa in realtà non è poi una sorpresa così grande, giacchè in molti parlando del nuovo modello della ‘tavoletta magica e rivoluzionaria’ della casa della Mela lo avevano indicato già come iPad 2S o iPad HD.

Il fatto di identificare il nuovo iPad con la sigla HD deriverebbe dai pochi cambiamenti rispetto a iPad 2, di cui il terzo iPad ne costituirebbe solamente un aggiornamento e invece di aggiungere una ‘S’ così come avvenuto per l’iPhone, Cupertino avrebbe optato per l’identificazione dell’alta definizione, perché se la ‘S’ speed indica semplicemente un aumento di velocità e prestazioni di un device, la caratteristica di punta del nuovo iPad sarà invece il Retina Display, da qui la sottolineatura dell’HDA livello di prestazioni, invece, pare che sia stato nuovamente bocciato l’avvento di un A6 quad-core a favore dell’aggiornamento di A5X.

Il nuovo iPad integrerà, dunque, un Retina Display da 2048 x 1536 pixel e l’azienda produttrice dello schermo, che dovrebbe essere da 9,7 pollici, dovrebbe essere Sharp; il display poi non sarà un AMOLED ma continuerà a sfruttare la tecnologia IPS in-plane switching; sarà dotato di una fotocamera posteriore da 8 megapixel in alta definizione più performante e del supporto alle connettività GSM, CDMA ed LTE.

Il nuovo iPad dovrebbe integrare anche Siri, il sistema di riconoscimento vocale che ha debuttato con l’iPhone 4 S, ma che deve essere ancora perfezionato nella versione italiana. Il maggior spessore ormai conclamato del nuovo iPad poi rispetto al precedente modello potrebbe essere stato sfruttato anche per incrementare la capacità della batteria.Secondo il 9to5Mac, il nuovo iPad si presenterà in tre distinte versioni: una solo Wi-Fi la più economica e le altre due dotate del supporto in modalità multimode per le reti mobili Gsm, Cdma/Umts e Lte. Per quanto riguarda i prezzi dell’iPad 3, questi potrebbero ricalcare quelli dell’iPad 2 o avere una differenza di circa 80 euro rispetto al suo predecessore.

Ma l’evento di questo pomeriggio non sarà solo dedicato all’iPad 3: sul palco anche la nuova Apple Tv. Rinnovata e migliorata, secondo le prime notizie, la nuova Tv della casa della Mela dovrebbe integrare un processore dual-core A5, lo stesso dell’iPad di seconda generazione, e un’uscita video Full HD a 1080p e un inedito accessorio Bluetooth.Anche la apple Tv dovrebbe integrare Siri che dovrebbe lavorare insieme ad un sistema di controllo basato su gesture simile a Kinect e su una tastiera virtuale che apparirà a schermo. Apple, inoltre, conferma che al momento non è intenzionata a dotare i propri televisori di capacità 3D.

Spazio a San Francisco anche al nuovo iOs 5.1: la versione 5.1 introdurrà qualche piccola novità come un sistema facilitato di accesso alla fotocamera e nuove lingue in Siri, ma sarà usato anche per supportare iPad 3.

via BusinessOnLine.it.

ibooks_textbook_01

Scarso successo registrato coi primi ebook di iBooks 2

Nonostante una presentazione mirabolante ed un iniziale discreto successo che ha portato a 350.000 download in appena 3 giorni, l’offerta iniziale di iBooks 2 non sembra aver impressionato granché né gli addetti ai lavori né gli utenti.

 

Il dubbio che la rivoluzione non fosse imminente come prospettato dal marketing di Cupertino ce l’avevamo già, e ora arrivano pure le prime conferme. Slader, un servizio online che fornisce risorse collaborative per studenti del liceo, non ha usato mezzi termini per parlare della novità:

 

Sembra di leggere una copia in PDF dei libri che esistono oggi nelle classi scolastiche. Le feature interattive promesse sono praticamente inesistenti. Al di là delle solite funzionalità dell’iPad (sottolineatura e dizionario integrato), non c’è nulla di nuovo nei libri di matematica di iBooks.

 

Gli editori tradizionali, insomma, non sembrano aver saputo cogliere le potenzialità del nuovo mezzo, e il rischio è che -coi nuovi strumenti di creazione dei contenuti messi a disposizione da Apple- comuni professori inizino a prodursi da sé le dispense e i tomi necessari alle proprie lezioni. Secondo Slader, tuttavia, il successo è tutt’altro che scontato:

 

I nuovi autori potrebbero superare tranquillamente i bassi standard degli editori. Ma basterà questo per scuotere il mercato dei libri di testo?

 

E i commenti degli utenti sulla pagina di App Store dedicata ad iBooks 2 non paiono più clementi. Si va da chi si aspettava semplicemente di più a chi sconsiglia tout court l’acquisto degli ebook, passando per chi si lagna di “immagini silenti” e “implementazioni scarse”; l’impressione è che si poteva fare decisamente di più, soprattutto visto che a dirigere l’orchestra c’era Apple, ma evidentemente smuovere l’industria rappresenta un’impresa più ardua del previsto. In effetti le riviste di “Edicola” (”Newsstand”) spesso somigliano a scatti fotografici in alta risoluzione degli equivalenti cartacei, e anche all’ecosistema del Kindle Fire sono state mosse critiche analoghe. Il futuro è interattivo, multimediale e intriso di Web: qualcuno però dovrebbe spiegarlo anche a chi, i libri, li ha creati fino a ieri.

 

via melablog.it